sabato 8 dicembre 2012

I quattrocento calci

Buonasera oscuri amici,
rischiamo di far grandinare: due post in soli due giorni! Sacrilegio!
Raccontavo di un anno denso di avventure e amicizie, oggi invece apro una finestra sul sollazzo che mi ha gentilmente concesso l’amica cultura, compagna preziosa di tante giornate solitarie. Cos’ho portato alla luce in questi mesi?
 
FILM
Lo streaming non è mai stato semplice come quest’anno: allungavo una mano nell’etere e c’erano i film. Ne ho visti tantissimi, ma vi consiglio caldamente alcuni gioielli..
Film d’amore e d’anarchia
Ho adorato l’accento della Melato, l’allegro mélange dei dialetti e delle puttane e mi sono innamorata perdutamente di Tunin.
Viola bacia tutti
Lo guardo in viaggio e mi fa sganasciare a tal punto che rischio di essere cacciata a calci dal treno. Il trio è fantastico, Asia Argento è una bomba e Mastrandrea mi fa un sesso misto a tenerezza.
Dalle nove alle cinque orario continuato
Parte con toni commedia americana anni ottanta, gradevole e di genere, ma strada facendo si colora di situazioni improbabili e dialoghi irresistibili. Un gran acquisto.
L‘uomo che amava le donne
Bella atmosfera francese da anni settanta e bellissime donne.
Donne in attesa
Adoro l’atmosfera di certe vecchie commedie, mi mette subito a mio agio. Ritratto amabile e sorprendentemente moderno dell’universo femminile.
C’eravamo tanto amati
Scopro di amare Manfredi, di rivedere con affetto Gassman e di ammirare la Sandrelli come sempre.
Faster, pussycat! Kill, kill!
Film completamente folle e sfrontato, con un trio di spogliarelliste pazze e tettute e scollature, dosi di erotismo e violenza spaventosi per l’epoca.
 
Provaci ancora, Sam!
Definitivamente il mio preferito di Allen, mi fa divertire come una pazza.
 
Una notte all’opera
Mi colpisce il casino, l'atmosfera e la satira per un film del trentacinque. Godibile e fuori di testa.

LIBRI
Tanto tempo libero, tante biblioteche, tante letture. Qualche altra perla che ancora non avevo citato..
 
Diario di una scrittrice
Generoso omaggio della mia collega, è un libro faticoso e pieno di montagne russe di emozioni, mi fa conoscere la Woolf, che ormai era ora, e assorbo il suo stile confuso e pieno di parentesi.
King kong theory
Uno dei libri più illuminanti che abbia mai letto. Agile e cattivissimo, mi ha ridato entusiasmo per l’esistenza in giorni difficili.

Sogni di sesso e stage diving
Racconto di una scena alternativa in cui si muovono personaggi memorabili, mi conquista pazzamente.
Lessico famigliare
Un’ironia talmente semplice e geniale che mi ritrovo a sorridere largo così alla stazione di Juvisy. Lo divoro in una settimana, come le storie a cui non so resistere.
Canti orfici
Raccolta di poesie di cui sento parlare dai tempi dall’università, mi trascina in un vortice di visioni deliranti di romanticismo.
Bastogne
Romanzo pieno di vita in una Nizza anni ottanta tra vespe, mod e Nabat, delitti, stupri e violenza genuina di lame e cazzotti. Mi tiene incollata fino alla fine.

MUSICA
I nuovi amori del 2012
CGB, storica band imperiese che mi ha fatto innamorare
Kina, gruppo hc melodico che sa tirare fuori quello che c'è dentro in maniera meravigliosa (e non parlo solo di umori vaginali)
Sottopressione, gente che tarella come dio comanda
Evil skins, ragazzi francesi forse un po’ nazisti, ma belli di ardore e turbolenza
Diaframma, mi hanno letteralmente ossessionata: nessuno canta come Fiumani, nessuno scrive testi così intimi e fuori dal comune
Skatalites, vecchissimo gruppo ska che mi ha conquistata durante un concerto genovese che mi ha cambiato l’estate
Lo Stato Sociale, scoperti l’anno scorso, amati e visti quest’estate.
Harry Fotter, gruppo punk, cattivo e demenziale
Thee bomb ‘O’ Nyrics, ragazze toste che sanno farmi dimenare

Un gran bel sunto, convenite? Strafogatevi, come fareste tuffandovi in un oceano di Ciobar. Sappiamo che non commentate perché siete giovanotti timidi e fanciulle riguardose, ma ingoiate tutto come panna cotta di mirtilli e noi lo sappiamo apprezzare!
Tanti appassionati saluti da un’internauta che schiuma dalla fame.

Gasissimamente vostra,
S.
 

Nessun commento:

Posta un commento