lunedì 6 gennaio 2014

Torta classica: marmellata & grandi compositori

Buonasera pasticceri improvvisati dell'Epifania,
oggi calo il mio asso e vi propongo la più intramontabile delle torte della nonna, la crostata farcita alla marmellata.
Come di consueto, è di una semplicità imbarazzante, ma non fatevi ingannare dalle cose semplici: un passo falso e vi mangiate una torta di merda! (e poi mio fratello si è fatto dare la ricetta dal cuoco di un rinomato alberghetto dei dintorni e questo rende la faccenda più autorevole).

Cosa vi serve
300 grammi di farina
200 grammi di burro
200 grammi di zucchero
1 uovo
Marmellata quanto basta
Scorza di mezzo limone

Basti da affrontare
Unite la farina, il burro fatto raffreddare fuori frigo e lo zucchero in un pastone meraviglioso. Grattugiateci sopra la vostra dose di acidità.
Quando il composto diventa solido, sbatteteci dentro un uovo: è troppo morbido? Parcheggiatelo in frigo il tempo necessario a farlo diventare duro come il torrone.
Armatevi della pasta avanzata, di marmellata al gusto che preferite e liberate il vostro estro artistico disegnando morbide linee ripiene di frutta. E' la parte più divertente, ma potrebbe anche indurre bestemmie.
Infornate con carta da forno a centosettanta gradi per trenta minuti.

Magari siete tutti diplomati all'artistico e le curve della crostata vi fanno una pippa, ma io consiglio una selezione musicale rilassante per i nervi messi a dura prova:

Eine kleine nachtmusik second movement- Amadeus Mozart
Autumn first movement- Antonio Vivaldi
Danza slava nr. 7- Antonin Dvorak
Notturno op. 9 n. 2- Frederick Chopin (date un'occhiate anche alla versione di Buddha Bar)
Nabucco- Giuseppe Verdi
Fruhlingsstimmen valzer op. 410- Johann Strauss
Marcia turca- Amadeus Mozart
Suite n. 1 per violoncello- Joan Sebastian Bach
La campanella- Nicolò Paganini
Bolero- Maurice Ravel
Guglielmo Tell overture- Gioachino Rossini

Domani ricomincia la vita vera, dopo vacanze dolcemente pigre e godute fino all'ultimo cioccolatino. Su con la vita e regalatevi la prima torta dell'anno! (metti che poi controllate l'estrazione della lotteria Italia e scoprite di aver vinto il primo premio, non avrete festeggiato per niente).

Oziosamente vostra e ingrassata di un paio di chili,
S.

Nessun commento:

Posta un commento