domenica 23 aprile 2017

A pranzo su Youtube: soluzioni a prova di idiota per vegan zero sbatta

Buon salve a tutti e benvenuti in questo nuovo post!
Vi erano mancate le ricette a tema musicale della mia discutibile cucina? Avendo traslocato, il locale è cambiato: arioso, spazioso, funzionale, affacciato sul giardino! Si sente, però, la mancanza dei piatti veg di mia madre e della sua voglia di passare le giornate in cucina, che a me fa orrore. Ecco perchè mi ritrovo a mangiare chilate di insalata che manco gli erbivori più accaniti e confidare nella capacità di impastatore della mia dolce metà. Si può essere vegani e mangiare ogni giorno qualcosa di diverso e squisito, basta sbattersi tra i fornelli: come avrete capito, comunque, quella non sono io. Se dunque avete una flemma che vi sbrana i coglioni e il vostro sogno è sedervi a tavola in 10 minuti a guardare Insecure, vi passo qualche idea a basso contenuto di sbattimenti.

Riso, ceci e pomodori
Semplice, no? La creatività meglio mi conforta quando schiumo dalla fame e vado alla disperata ricerca di scatolette nella dispensa. Dopo aver aperto, mischiato e mangiato, ho pensato però, mica male!  

Cous cous
Che mi fa sentire taaanto vicina ai miei amici magrebini all over the world. Cuoce in 5 minuti, occhio che il volume d'acqua deve essere pari a quello del cous cous. Procuratevi fantasia di spezie, indispensabile condimento nella cucina di ogni mangione imprigrito, e accompagnatelo con le verdure crude che trovate in frigo, oppure già pronte nelle prodigiose scatolette di latta. Quello che avanza buttatelo nell'insalata!

Legumi in scatola
Salvezza del mio fabbisogno di ferro! Adoro i legumi, peccato siano socialmente inibitori (i miei compagni di pilates ne sanno qualcosa). Ovviamente quelli secchi sono più salutari e meno salati, ma stanno una notte nell'acqua e cuociono molto di più. Mia mamma li teneva una mezz'oretta insieme alla salsa di pomodoro ed erano una delizia, io opto per una cottura fast con un soffritto di aglio, oppure aggiunti a spezie e gomasio tostati in padella. Principi dell'insalata, stanno bene in qualsiasi piatto!

Tofu
Crudo è una vera schifezza, bisogna dargli un po' di sapore: buttatelo a dadini in padella con verdure pronte o crude a dadini o julienne, salsa di soia, spezie e sesi di sesamo. Marinatelo il giorno prima con salsa a piacere, spezie o limone. Oppure, se siete in una giornata di grazia, tritatelo con olive verdi, noci, pomodorini secchi e basilico, o schiacciateli con la forchetta. Infilate nel mixer con un po' d'accqua e strapazzate il tofu.

Noodles di riso o soia
Uno dei pochi motivi che mi fanno guardare all'Oriente con gratitudine. Si cuociono in acqua bollente in 4 minuti e si prestano a sugo di pomodoro, salsa di soia, oppure saltati in padella con verdure crude a julienne, aglio, germogli e curcuma.

One-pot pasta 
Vi risparmia la fatica di cuocere pasta e verdure per il condimento a parte: fate tutto insieme in un pentolone! Adatto ad amanti di verdure estreme, come cavolo, spinaci, broccoli, radicchio, cipolle, ma anche ai classici aficionados di basilico & pomodoro fresco. Provate con quello che vi va e salate prima di accendere i fuochi! Poi scolate e insaporite con erbe e spezie nella pentola.

Insalate
Quando ho scoperto di poter vivere di sola di misticanza e rucola? Non ricordo con precisione, ma sette anni mio padre fa mi presentava agli amici come l'erbivora. Ho avuto sufficiente tempo per gli esperimenti e posso assicurarvi che non ci si stanca mai, se si variano gli ingredienti. Ecco alcune idee:
- la mia insalata da tutti i giorni: misticanza, olive verdi, fagioli cannellini, pomodori, pepe, timo & curcuma
- finocchi, capperi, rucola, arance
- spinaci, mele, noci, & aceto balsamico
- radicchio, pere, curcuma, semi di papavero
- pesche, peperoni e basilico
- carote, zucchine crude & curry
- mandarini (metà in spicchi e metà in succo), noci, mandorle, carote, olive nere. 
Grazie al mio ex fidanzato colombiano, che mi ha cambiato la vita sostituendo il limone all'aceto. Poi mi anche sbattuta al muro, ma questa è un'altra storia. Aggiungete dunque limone o aceto a vostro piacimento e una manciata di semi oleosi, come zucca, lino, chia, papavero. Non dimenticate pane, gallette e crackers a profusione!

Piadina & insalata
Una colazione senza piadina all'insalata annuncia una giornata tristissima. E' la mia droga: mi dà una carica bestiale, mi sazia fino all'ora di pranzo e mi mette subito di buonumore. Suggerisco di lasciare l'insalata in versione light, solo condita con spezie/sale, olio e aceto/limone. Fantastica quando non avete tempo, addolcisce anche le merende e gli spuntini post-serate.

Riso bianco
Molti potranno non essere d'accordo o associarlo a periodi di tempeste intestinali, ma io mi ci sono affezionata, sarà che le tempeste intestinali sono la mia quotidianità: lo mangerei in continuazione, soprattutto stracotto. Provate a farvelo piacere di più con lime e prezzemolo, alla messicana! O arrendetevi ai risotti alle verdure della vostra famiglia.

Farifrittata di ceci
Se ho imparata a farla io, cari miei, rassicuratevi: è 'na cazzata. Mescolate 80 g di farina di ceci, un pizzico di sale e pepe e due cucchiai d'olio d'oliva con 150 ml d'acqua. Ungete una padella antiaderente, fate soffriggere della cipolla e saltate verdure a piacere (pure senza se siete inguaribili fannulloni). Versate il composto, coprite e cuocete a fuoco bassissimo finchè anche la parte superiore si rassoda.

Salse e vellutate
Avevo già scritto un post a riguardo con diverse ricettine in merito. Hanno il pregio di un'amica socievole: dove le metti, stanno. Sulla pasta, sul pane, con le verdure o da sole con scodella e cucchiaio, fredde o calde. Si preparano in un'inezia, con acqua e frullatore, mixando verdure, spezie, legumi, semi olesi. Provate la salsa thai ai semi di girasole (una tazza a mollo per un'ora), frullandoli con senape forte, riso thai, succo di un limone, salsa di soia, uno spicchio d'aglio, olio di oliva e pepe.

Polpette di lenticchie al sugo
Che bello, sembra di mangiare quelle belle polpette d'uova che mi faceva mia madre, per cui ho maturato un'intolleranza del 100% ai prodotti delle nostre amiche galline..
Cuocete le lenticchie senza esagerare coi tempi e frullatele con un filo d'olio. In una ciotola mescolatele con del pane bagnato, un po' d'acqua, prezzemolo, sale, pepe e le spezie che volete. Fate le polpette e tenetele in frigo, quindi preparate del sugo di pomodoro e cuocetecele per dieci minuti.

Melenzane e zucchine alla griglia
C'è bisogno di dire altro? Tagliatele a rondelle, sbattetele sulla pastra e aspettate che facciano cccccc. Mangiatele con una bella caponata! (pronta, magari).


Passato di verdura
Ques'ultimo suggerimento esula dalle ricette veloci, però che piacere quando la mamma del tuo fidanzato ti fa trovare pronte due bottiglie. Coi crostini è la morte sua, ma pure gli spaghetti o il riso non sono da sputare in un occhio!


Siccome con la musica ultimamente è un amore litigarello e ormai vi ho già proposto di tutto, oggi vi suggerisco qualche youtuber interessante: il piacere di cucinare, tirare su il letto o strapparsi le sopracciglia con una voce di sottofondo a fare compagnia è impareggiabile e tante volte l'ho preferito alle canzoni. E impari pure un botto di cose! Ecco i miei prediletti:

Cimdrp La mia eroina virtuale, l'ho anche sognata: femminista, psicologa, musicista, attraente e divertente, cura la rubrica Parità in pillole e il blog di Bossy, in cui dibatte di cultura di genere.



ShantyLives la LaciGreen italiana, bisessuale e dolcissima, sempre di umore adorabile. Non perdetevi i video sulla sessualità, ne imparerete delle belle (potrebbe farvi passare la fame).


 Ilenia Zodico Scanzonata e ironica siciliana trapiantata a Milano, studia editoria e legge come un drago. Le sue recensioni sono stupende.


Asia Ghergo Le sue cover sono tra le poche cose a tenermi ancorata all'indie italiano. Non ancora diciottenne, canta come una sirena di Ulisse e fa innamorare tutto il pubblico di Youtube con i suoi sorrisi.


LaciGreen Conosciuta grazie a un articolo su Elle (l'ironia della vita), negli Stati Uniti è la musa virtuale del sesso, di cui parla a 360°. Orgogliosa sostenitrice della comunità LGBT, sto imparando molto grazie a lei.


Theglassandthenerd Al secolo Camilla Bertini, geniale archeologa veneta trapiantata a Nottingham, a cui mi sono affezionata quando sul vecchio canale insegnava al web la Netiquette e l'ho vista laurearsi, lasciare casa e trasferirsi in Inghilterra. Ho imparato molto sui trucchi ascoltandola (nozioni riciclate ai colloqui per Tigotà), ma anche di consapevolezza, agende, biologico, inglesi e ansia. Parla a ruota libera con una voce rilassante che è meglio di una camomilla.


Cyprien Lo youtuber più seguito di Francia, mezzosangue rumeno, ha cominciato a fare ridere nel suo monolocale parigino nel 2007 e da lì non si è più fermato. I suoi video fanno sdraiare e ripassate il francese, che altro vi serve?


Sciannera Prima youtuber conosciuta sul web grazie a Nadia (<3), i suoi video mi hanno fatto compagnia per anni, con quella voce dolce e rilassante. Mi ha introdotta al mondo dello spignatto, dell'autoproduzione, dell'inci cosmetico, della decrescita. Ciao Alessandra!

Nessun commento:

Posta un commento