sabato 17 marzo 2018

One shot review: le infiltrate- Nicola Palmarini

Anno: 2016
Paese: Italia
Autore: Nicola Palmarini
Genere: saggistica, parità di genere
Pagine: 152
Sinossi: il tema se le ragazze possano scrivere codice o meno non si pone. Possono. La domanda è: sanno di poterlo fare? Sanno che cosa si nasconde dietro a questa possibilità? Dobbiamo dirlo loro e, prima ancora, ai loro genitori, chiamati a raccontare alle proprie figlie che sono portate e geneticamente qualificate per un lavoro alternativo a quello cui in genere paiono destinate.

Un argomento interessante e poco esplorato, quello del rapporto tra ragazze e tecnologia. Confortato da dati allarmanti, interviste in giro per il mondo e un'indignazione tutta sua, l'autore apre uno spiraglio su un mondo che non ho mai considerato il mio, dichiarando: "nessuno nasce portato per la matematica e la scienza". BOOM! Una rivelazione che ha il potere di sconvolgere un'abbonata cronica al votaccio da quando sono stata in grado di scrivere due numeri sulla stessa riga: e se non fossi stata semplicemente educata, incoraggiata, seguita nel modo giusto, a vantaggio di qualche compagno maschio? Palmarini sviscera la sua tesi in ogni aspetto con una verve ferocemente anti-sessista, ottimista in un futuro luminoso di etico progresso grazie al contributo delle donne. Stimolante e istruttivo per tutti, regala orgoglio e determinazione a chi si è sempre creduto un incapace.

I messaggi sono:
1 Questa non è roba che ti interessa
2 Comunque, anche se ti interessasse, non saresti capace
3 Non appartieni a questa cultura

Nessun commento:

Posta un commento